Pompei


08 luglio 2016  - 
0
Condividi
Pompei

Pompei: Come si sente un uomo nel bel mezzo di tanto piacere?

Immaginatevi che a Barcellona succede una catastrofe naturale e sopravvive quasi del tutto intatta il bordello più conosciuto di Barcellona. Diresti che questo è sufficiente sul suo carattere? A Pompei successe proprio questo. Nell'anno 79 d.C. annegò nella lava, soffocò fra i gas velenosi e le ceneri. Ciò nonostante, gli affreschi delle puttane di lusso con i loro clienti nel bordello sono passati alla Storia. Alcuni clienti lettori visiteranno la misteriosa città e vedrete com'erano gli antichi posti di divertimento sessuale. 

Com'era un bordello a Barcellona due mila anni fa?

Nell'antica Pompei, le accompagnatrici esercitavano la loro professione in luoghi discreti, o perché erano lontani dal centro città o perché erano nascosti. Non è affatto un segreto che i Romani erano i re delle orge e sono sempre stati dei grandi edonisti. Vino, musica, sesso, molto sesso... È quello che ha sempre divertito gli umani da sempre. Infatti, i bordelli a Barcellona offrono quegli stessi ingredienti per una notte folle. 

Oggi possiamo affittare una suite ad ore e fare un anale con un'escort di lusso mentre ogni tanto guardiamo lo schermo al plasma che ci incita a continuare con la festa. Le famose Lupanari di Pompei che tutti noi abbiamo visitato, ci mostrano ancora gli affreschi sui tetti e volte su cui sono dipinte molte pratiche, fra cui il BBJ e altre posizioni erotiche. 

Era il modo in cui mostravano il catalogo di servizi delle puttane di lusso o era solo un modo per eccitare il cliente? Non c'erano né webs, né schermi, ma i pompeiani sapevano come non voler far uscire a quello che entrava. 

Lasciare un commento

Al giorno d'oggi, un bordello a Barcellona ha molti modi per guadagnarsi un'ottima reputazione. Internet ci aiuta molto: possiamo scoprire le foto delle escorts universitarie, escorts di lusso o delle puttane a Barcellona. Due mila anni fa, i clienti delle Lupanari lasciavano i loro commenti sulle pareti, in modo tale che altri potessero leggerlo e sapessero com'era andata l'esperienza... Una vera e propria recensione!

La maggior parte delle puttane di Pompei non erano romane; provenivano dall'Oriente e dalla Grecia. Da quello che si evince dagli affreschi, dovevano essere le migliori dame di compagnia e quelle che scopavano con loro, lasciarono graffiti che recitavano così: "Qui ho fottuto molte fanciulle" o "Il 15 giugno Hermeros scopò con Phileterus e Caphisus". 

Non erano molto originali. 

Le Lupanari erano per i patrizi o per i plebei?

Succedeva la stessa cosa che succede al giorno d'oggi con i bordelli a Barcellona. La maggior parte degli uomini potevano visitare alle puttane e godere. La differenza risedeva nell'assiduità con cui potevano andare a puttane. 

I patrizi non si avvicinavano alla Lupanare di Pompei, perché le loro accompagnatrici di lusso le avevano sempre a casa, o andavano direttamente a casa delle amanti. Quelli che non potevano permettersi questi piaceri, i plebei, dovevano andare dove andavano la maggior parte dei romani. 

Il prezzo del sesso

Due pezzi di pane e mezzo litro di vino ti davano il diritto a trascorrere dei bellissimi momenti con una puttana. Non sappiamo quali servizi includeva questo piccolo festino, forse il pane e il vino non coprivano né la gola profonda, né il sado light, né un poco di fetish. 

Da allora, il prezzo per un momento di sesso con un'escort brasiliana, ad esempio, è aumentato notevolmente, vero? 

C'è da aggiungere che la prostituta pigliava solo la mollica e qualche sorso di vino. Il resto andava direttamente fra le mani del proprietario del bordello. Se fossero state loro quelle che l'avrebbero messo, probabilmente non si sarebbero accontentate di così poco. 

Posizioni pompeiane

Ha già visto il Kamasutra? Ha visto com'è completo? Beh, si sbaglia. Noi crediamo che gli affreschi delle Lupanari di Pompei sono più potenti e più emancipati. 

Nei film de Le età di Lulù (film spagnolo degli anni '90), un uomo si scopa a un altro uomo e quest'ultimo a sua volta si scopa una donna. Questo sì che è bello! E così rimase impresso anche nelle Lupanari di Pompei. Al lato di tutto ciò, molte web porno sembrano noiose e poco rifrescanti. Come si sente un uomo nel bel mezzo di tanto piacere? 

Scandalizzati da tanta naturalezza 

Francesco I di Napoli visitò Pompei con sua moglie nel secolo XIX e rimase impressionato dall'eredità sessuale che conserva la città romana; così si mantennero, lontani dall'umanità, gli affreschi più erotici del Mediterraneo; almeno fino agli anni 60 grazie alla Rivoluzione Sessuale. Al giorno d'oggi i Lupanari si possono visitare e si possono guardare con faccia da critico ed esperto d'arte le rappresentazioni più porno che abbia lei mai visto. Più di uno dovrà nascondere il proprio eccitamento. 

Il noioso tabù del sesso

Questi pompeiani ci deriderebbero se gli raccontassimo solo alcune delle idee che abbiamo al giorno d'oggi sul sesso. Per esempio: essere vergini fino al matrimonio, non usare i preservativi, la mancanza del cunnilingus nel mondo, il celibato e l'omofobia, fra cui altre cazzate dell'essere umano. 

Secondo le dame di compagnia, le accompagnatrici e le puttane di lusso, molti uomini si buttano fra le loro braccia mentre hanno voglia di sperimentare un BBJ o hanno voglia di fare un trio. Un bordello a Barcellona serve per questo, per dare piacere ed aprire il mondo del sesso a tanti uomini che soffrono in silenzio per colpa della loro fidanzata monaca che non gli tocca il cazzo manco ubriaca fradicia. 

Sembra che in passato non si vergognavano a sperimentare il sesso. Non bisogna aggiungere altro; quella posizione descritta un po' prima. Un trio in cui non tutti quanti pensano, perché dobbiamo immaginare due uomini che godono di una donna o un uomo di due donne, ma poche volte un uomo nel bel mezzo di un uomo e una donna. Un treno di piacere.

Bordelli a Barcellona 

https://www.lavieenrose.es/it/club-d-escorts-la-vie-en-rose/

08 luglio 2016  - 
0
Condividi


* Il commento sarà pubblicato solo dopo esser stato controllato ed approvato.