Le puttane e il calcio


24 giugno 2014  - 
0
Condividi
Le puttane e il calcio

A molti continua a fare acquolina in bocca poter avverare i propri sogni con ore ed ore di calcio internazione in televisione, visibile su qualsiasi grande schermo al passeggiare per strada. Ma ci sono altri che sono andati più in là del semplice sport, e si godono il mondiale in Brasile dov'è è pieno di palloni e di brasiliane. Loro, che non sono affatto sceme, hanno migliorato i loro servizi, perché devono competere in un campo di gioco in cui la prostituzione è legalizzata e le giocatrici sono molte, purtroppo, di qualsiasi età.



Le puttane brasiliane possono fare di tutto pur di non perdere un cliente: seguire un corso d'inglese o pubblicizzare del cibo. Vila Mimosa è il quartiere a luci rosse di Rio de Janeiro, dove la prostituzione è il business più quotato e le ragazze, di qualsiasi età, non si fanno scappare l'opportunità di guadagnare dei soldi, sigarette o un invito a pranzo. Vale di tutto: l'importante è pensare ai propri benefici. Chi va in giro da quelle parti, pesca.



L'Associazione di Amici di Vila Mimosa, cioè quella che riunisce le donne che lavorano da quelle parti, ha comunicato che ha installato degli schermi che pubblicizzano del cibo gratis per il cliente. L'associazione ha sottolineato che è da molto tempo che le puttane brasiliane si preparano per soddisfare le richieste del sesso a pagamento, soprattutto se accompagnato da un evento calcistico di queste dimensioni. Si aspetta grazie a quest'evento nientepopodimeno che un incremento dell'80% della clientela, soprattutto anglosassone, per questo le puttane hanno seguito da più di un anno un corso di inglese. Tutto per conquistare il cliente.



Quest'associazione lavora per incamminare la prostituzione nella giusta direzione, e non dev'essere per niente facile cercare di accaparrare e consigliare tutte le quattromila donne che si prostituiscono a Vila Mimosa. Da tempo l'associazione offre alle prostitute delle lezioni di inglese e spagnolo basico per non perdere nemmeno un cliente, ma che consti che offrono anche corsi di hairstyle, disegno di moda e informatica.



Alle lavoratrici del sesso, così le chiamano, vengono fatte delle analisi cliniche ogni tre mesi, e ricevono dei preservativi dal Governo. Hanno anche avvisato le ragazze di stare molto attente a quei clienti che fanno proposte di matrimonio oppure offrono una vita da sogno in un altro paese, perché sono parte della mafia della tratta degli esseri umani. Quindi si sa: non offrono il paradiso, bensì schiavitù sessuale.



22$



Quanto costa il servizio sessuale con una puttana brasiliana di Vila Mimosa? All'incirca 22$, cioè circa 18$, a seconda del cambio valuta. Se poi, a questo prezzo economico uniamo il calcio e l'alcol, è normale che le autorità si allarmino (un pò di meno della società), e che le puttane sono decise di poter trarre il massimo vantaggio dei clienti.



Vila Mimosa



Il quartiere a luci rosse di Rio de Janeiro si chiama così perché è strategicamente ubicato vicino al famosissimo stadio del Maracanà. Lì i palazzi a due piani offrono un bar al piano basso e, al piano di sopra, c'è della musica a tutto volume e le ragazze si affacciano dalle finestre o aspettano ai suoi clienti per strada vestiti in bikini o in biancheria intima. Gli uomini che ci vanno possono essere tassisti, operai, turisti, studenti o marinai; passeggiano con la loro caipirinha o la loro birra in mano in cerca della puttana che più gli conviene. C'è abbastanza offerta, perché quattromila prostitute fanno lì il loro lavoro.



Anche nei dintorni di Vila Mimosa si pratica l'attività della prostituzione. È riconosciuta come qualsiasi altro lavoro ed è legale a partire dai 18 anni, anche se la grande preoccupazione del Brasile e delle ONG mondiali è proprio la prostituzione minorile. Va bene fare del sesso a pagamento sempre se questo si consuma fra due adulti, e questo è solo a partire dai 18 anni.



È quello che comporta il calcio: degli uomini ubrachi e delle donne che hanno voglia di fare soldi. Sembra un bel business per entrambi. Il pagamento delle tasse è aumentato notevolmente fin dal primo giorno in cui iniziò il mondiale, tutti traggono vantaggi dalla legalizzazione della prostituzione. Almeno loro sono visibili nella società, e sono trattate come una lavoratrice qualsiasi, ed inoltre lo Stato incassa dei soldi con il pagamento delle tasse da parte del cliente, e con un business che c'è stato, c'è e ci sarà sempre. E poi c'è da dire anche che il controllo della salute delle puttane sembra anche che sia più facile e controllabile, ma in tre mesi possono succedere molte cose, soprattutto se si tratta di virus e di malattie sessualmente trasmissibili.



Doppia vita



Molte donne che diventano puttane durante i giorni dei mondiali di calcio normalmente lavorano in qualcos'altro, ma sanno che possono arricchirsi molto facilmente se entrano in ballo in questo negozio. Sempre se non ci saranno proteste, i turisti escono di sera e spenderanno i loro soldi in puttane ed in alcol. Una bella festa con delle bellissime puttane brasiliane.




Qual è il posto che occupa un'escort in un evento simile?



L'escort non lavora per strada, più che altro lavora in bar alto standing o via telefono, pagina web, ecc. Le escorts brasiliane probabilmente guadagnino un sacco durante il mondiale, ma comunque con un controllo della salute e dell'igiene molto più attento, e con molta più attenzione a ciò che vuole il cliente. Qui, da questo lato dell'Atlantico,

le escorts a Barcellona avranno le loro agende piene di appuntamenti per festeggiare le partite e le vittorie con i clienti, perché anche qui si sente il mondiale; non come in Brasile, ma comunque in modo molto simile, e ci sono escorts spagnole, escorts russe, escorts di colore, escorts universitarie o escorts indipendenti che sono disposte ad accompagnare il cliente durante la festa calcistica più importante del mondo.



Se non è potuto andare a Rio de Janeiro per poter vivere quest'esperienza, può prendere appuntamento con una delle escorts brasiliane e vedere la partita in una suite di lusso de La Vie en Rose e far avverare i suoi sogni meglio che nel Maracanà.

24 giugno 2014  - 
0
Condividi


* Il commento sarà pubblicato solo dopo esser stato controllato ed approvato.