L'INTERESSANTE STORIA DEL PELO PUBICO

La storia del pelo pubico è molto più interessante di qualsiasi altra. A seconda del periodo storico, stile, lunghezza, forma, addirittura colore e adorni vari, sono cambiati continuamente. Possiamo fare un piccolo ripasso sulle diverse fasi del pelo pubico nell’umanità.

22 marzo 2017  - 
0
Condividi
L'INTERESSANTE STORIA DEL PELO PUBICO

La storia del pelo pubico è molto più interessante di qualsiasi altra. Se a te piacciono le battaglie di Napoleone, le conquiste di altri continenti, le colonizzazioni o le invenzioni, allora ti piacerà leggere anche sul pelo pubico femminile.

Un’escort che va ogni tanto a La Vie en Rose ci dice cosa ne pensa sul pelo pubico. “Una volta ero in spiaggia con un’amica e mi sono tolta il costume per poter farmi il bagno nuda. Lei fece la stessa cosa col suo costume. Aveva così tanto pelo che le ho detto, senza smettere di ridere, che la sua figa sembrava datata anni settanta”.

Certo. Negli anni settanta, si portava il pube nature. A quei tempi, un pube nature rappresentava libertà sessuale e naturalezza. La situazione che ci ha raccontato la escort racchiude un po’ gli andirivieni della storia su questo aspetto. A seconda del periodo storico, stile, lunghezza, forma, addirittura colore e adorni vari, sono cambiati continuamente. Possiamo fare un piccolo ripasso sulle diverse fasi del pelo pubico nell’umanità.

Egiziani, greci e romani: non oltrepassare i limiti

È allucinante come ha cambiato la moda. Serie televisive come Sex and the City affermano che nel 1996 il pube doveva sembrare una palla da biliardo e il laser cominciò ad eliminare follicoli. Triste, ma vero; questa moda ha influito moltissimo sulle donne del nostro secolo. Ma non sono stati gli sceneggiatori di Sex and the City a inventarsi questa moda. Non c’è nulla di nuovo.

Gli egiziani, i greci e i romani non avevano il laser nei loro bagni, né nei loro saloni di bellezza, ma avevano le idee chiare. Sexy significava avere il pube senza peli, e questo si può intuire anche dalle loro sensuali sculture di marmo. Nemmeno un pelo nella zona interessata.

Poi, gli egiziani si servivano di un tipo di pietra con un filo; qualcosa simile alla ceretta di oggi giorno. Invece i greci erano un po’ più radicali, giacché usavano l’abrasione per eliminare i peli oppure la depilazione pelo per pelo per ottenere la tanto anelata morbidezza. Le nobili romane e le cortigiane, cioè le escort dell’epoca, erano depilate ed incluso alcuni uomini, anche se la depilazione intima maschile veniva considerata una caratteristica tipica dei donnaioli. Un po’ più tardi, durante l’Impero Bizantino si iniziò a usare una crema depilatoria.

Un po’ più tardi, col Medioevo e l’oscurantismo tipico dell’epoca, la paura alla religione, la fame e la bassa prospettiva di vita delle persone di classe bassa, il pelo pubico tornò a regnare imperante sul pube delle persone.

Anche durante quest’epoca della Storia, il pelo pubico ritorna in auge, anche se le donne di classe alta continuavano ad essere depilate. Il motivo più ragionevole per cui continuavano a depilarsi, ad esempio, è perché avevano paura di contagiarsi con dei parassiti.

Il pelo pubico nel novecento

Gillette ha creato il primo rasoio femminile nel 1915 e si usava per le ascelle. Ciò nonostante, la mancanza di nylon durante la guerra fece sì che le donne si dovessero depilare le gambe, perché non c’erano calze che potessero nascondere i peli.

Alcuni decenni dopo, nel 1946, nacque il primo costume per le donne statunitensi. Per poter mostrarlo adeguatamente, gli uomini decisero che bisognava eliminare con accuratezza il pelo pubico visibile. E da lì siamo arrivati fino ai giorni nostri, con il laser che elimina assolutamente tutto il pelo e per di più, per sempre.

Da lì l’ossessione col pelo femminile non ha fatto che aumentare. Wilkinson Sword ha messo in vendita il suo rasoio e disse, quasi esplicitamente, che il pelo femminile era antigienico ed antifemminile. Ciò nonostante, del pelo maschile, non si è mai detto niente. È incredibile come un triangolino di pelo fra le gambe sia al centro di tutti gli sguardi ed al tempo stesso quelle schiene, dita, orecchie, nasi e palle estremamente pelose invece passano inavvertite.

Calvizie e calvizie genitale, i tuoi peggiori nemici

I capelli sono un modo con cui Madre Natura ci trasmette lo stato di salute di una persona. Servono per attirare l’attenzione e possono essere un segno di potere, di appartenenza a un gruppo oppure si possono acconciare anche solo per divertimento della domenica pomeriggio.

Vediamo ogni giorno un sacco di pubblicità che tutti i giorni ci dice di andare a una clinica per farci trapiantare i capelli e per farceli riparare. A volte funziona, a volte uno sembra Berlusconi, e a volte uno sembra un pastore tedesco con del pelo sintetico appiccicato addosso.

La calvizie è un problema quasi al cento per cento maschile, ma c’è un tipo di calvizie che preoccupa in modo esagerato alle asiatiche, e non è quella di suo marito. Stiamo parlando della calvizie genitale, il loro peggior nemico.

Anche se al giorno d’oggi in Occidente il pube si porta depilato, forse con un po’ di peli, ma mai come negli anni ‘70, in alcuni paesi asiatici, succede il contrario. Laddove in Occidente i peli si tolgono, in Oriente si tengono.

In Corea, una donna con un problema di calvizie genitale può pagare più di 2000 dollari per un trapianto di pelo pubico. L’abbondanza di pelo tra le gambe è segno di fertilità e di salute sessuale. Significa anche che non hanno nient’altro con cui spendere i soldi.

Predire l’andamento dell’economia a seconda del pelo pubico femminile

Esiste un certo parallelismo fra i periodi fertili della storia e la depilazione del pube? Probabilmente sì, secondo gli ultimi studi dell’Università di Harvard. Quando l’economia va bene, la gente ha lavoro e tutti hanno almeno uno o due piatti caldi al giorno, le persone si annoiano e si depilano.

Se invece si sta attraversando una fase difficile e la gente non è felice, quando arriva la povertà e la voglia di vivere manca, le persone continuano ad avere i loro peli.

Se è vero quello che dicono, cioè che il pelo pubico sta tornando, dobbiamo sospettare che l’economia sta affondando? Possiamo predire gli andamenti della borsa a seconda del pelo pubico delle escort? Se vogliamo saperlo, dobbiamo prendere un appuntamento con loro per capirlo.

22 marzo 2017  - 
0
Condividi


* Il commento sarà pubblicato solo dopo esser stato controllato ed approvato.