Hollywood: la Mecca del cinema e delle escorts


14 settembre 2015  - 
0
Condividi
Hollywood: la Mecca del cinema e delle escorts

Ogni anno, migliaia di uomini e di donne vanno ad Hollywood con la voglia di essere scoperti da un cacciatalenti del cinema o della moda. Molte persone belle e pochi lavori rilevanti, fanno sì che l'ambiente della città del settimo arte sia uno dei più competitivi del mondo.

Mentre si va ai casting, bisogna lavorare per ottenere un po' di cibo e i soldi per l'affitto. Quelli appena arrivati ad Hollywood sono contentissimi di assistere a un provino per una pubblicità in televisione. Altri candidati invece accettano di entrare nel mondo dell'agenzie di escorts per vivere meglio mentre saltellano da un casting a un altro. A volte, essere escort è il modo migliore per arrivare ai registi e i produttori più importanti. 

Escorts d'agenzia e di star 

La direttrice di una delle agenzie d'escorts più famose di Hollywood ha ammesso in più di intervista che la sua lista di escorts e di puttane è molto lunga. Ed anche se la maggior parte sono sconosciute, ci sono anche molte di loro che non lo sono. Infatti nella sua lista ci sono i nomi di diverse top models. Ci sono dei contatti invidiabili e delle quantità di soldi molto alte lì, questi sono i motivi per cui un'aspirante attrice inizia a lavorare in agenzie d'alto standing. 

E per quanto riguarda la lista dei clienti di queste escorts e puttane? È molto amplia anche questa, ci sono almeno diecimila nomi del cinema gente con molto potere e star del grande schermo. 

Oltre a ricevere una grande quantità di soldi, l'escort, se usa bene le sue qualità, potrà avere un nuovo contatto per arrivare al suo tanto agognato sogno d'attrice. Nel prendere appuntamento per cenare e scopare con le star più famose del mondo, le escorts e le puttane dell'agenzia di Hollywood possono guadagnare fra i mille e i tremila dollari l'ora, le contrattano in genere per tre ore. Quindi guadagnano un bel po' di soldi per una corta nottata di lavoro. 

Le direzioni sono bilaterali: un'escort o una puttana di lusso può diventare una modella, ed una modella può ritornare ad essere escort. Ci sono casi in cui le modelle firmano contratti da trentamila dollari per spot de L'Oreal; trentamila dollari che possono volatilizzarsi in una settimana, se la modella non sa gestire i propri soldi ed ha dipendenze da droga e borse care. In quel caso, modelle dalla fama internazionale, ritornano a bussare alla porta dell'agenzia per riprendere la loro professione d'escort o puttana di lusso. 

Star del cinema... Porno

Non poche star sono passate per un'agenzia d'escorts o per un film porno prima di compiere i loro sogni. Ci sono nomi riconosciuti, fra cui Sylvester Stallone, Hale Berry, Brad Pitt o Sharon Stone. La fine linea fra un lavoro e l'altro è ben protetta dalle case produttrici, perché curano la fama delle loro star e la loro intimità. Vediamo qualche esempio leggendario di escorts e puttane del cinema. 

Raquel Welch: Un vero e proprio sex symbol quando recitò in One Million Years B.C. negli anni sessanta. Prima di diventare una star, si fece strada come escort di lusso, dopo essere stata cameriera e ballerina. Il suo grande charme fece sì che arrivò sulla copertina di Playboy nel 1979. 

Tony Danza: Attore molto conosciuto negli anni ottanta, che prima della fama aveva attirato l'attenzione di una puttana di lusso molto amica dei migliori produttori di film. Si rumoreggia che era molto comune vedere Danza nudo fra feste ed altre riunioni sociali. 

Brad Pitt: Fino al suo debutto in Dallas negli anni ottanta, per Pitt non fu affatto rose e fiori. Venne dal Missouri con soli cento dollari in tasca. Fu a un casting di uno sceneggiatore gay che diede il ruolo a Pitt, però in cambio fu contrattato come garçon nella sua villa. Lì si occupò di tutti i bisogni dello sceneggiatore. 

Joan Collins: Anche se era già riconosciuto in Inghilterra negli anni cinquanta, si trasferì negli Stati Uniti dove iniziò dal basso. La sua carriera da escort di lusso o puttana di lusso la portò a conoscere diversi registi di Hollywood. Si rumoreggia che fu anche l'escort del re Fahd d'Arabia. 

Al Pacino: molto riconosciuto nel suo ruolo in The Godfather, risulta difficile pensare che in un determinato momento della sua vita dovette vendere il suo corpo per pagarsi la spesa. Quando arrivò ad Hollywood sopravvisse vendendo il suo corpo. Dopo, ritornò in Italia, la sua terra d'origine, e lì, secondo le sue dichiarazioni al New York Post, ammette che "con vent'anni vivevo in Sicilia, vendendo l'unica cosa che avevo: il mio corpo. Una donna anziana mi dava vitto e alloggio in cambio di sesso". 

Dopo un po' ritornò negli Stati Uniti e continuò a vivere senza casa né cibo. Non è ancora chiaro il modo in cui riuscì a sopravvivere fino a che arrivò ad essere una star. 

Sofia Loren: uno dei sex symbol del cinema, importante come Marylin Monroe. Loren lavorò come prostituta nei bassi fondi della sua città durante la seconda guerra mondiale, tempo in cui soddisfaceva i soldati statunitensi. La fame e la miseria della famiglia la mise in quella situazione; una ragazzina senza curve, molto magra, tipico in situazioni di guerra. Il suo soprannome di quel periodo, La Simpatica. 

Essere una star del grande schermo o della passerella è il sogno di molti. Alcuni riescono ad arrivarci, sia se prima sono state escorts o attori porno. Pare proprio che il sesso è sempre e comunque la chiave in questo mondo. 

14 settembre 2015  - 
0
Condividi


* Il commento sarà pubblicato solo dopo esser stato controllato ed approvato.